Elenco blog personale

sabato 2 marzo 2013

E le dimensioni?



Iniziai a lavorare per pagarmi gli studi, e alla fine, a causa degli orari di lavoro massacranti, abbandonai l’università a pochi esami dalla laurea. Poco più che ventenne, scarsissima conoscenza del mondo, avevo vissuto fino ad allora in un piccolo paese di provincia, e il bigottismo mi aveva quasi fagocitata. 


Le colleghe iniziarono subito il mio svezzamento. Mi fecero entrare in contatto con situazioni, atteggiamenti e stili di vita ben lontani da quella che era stata la mia quotidianità, e posso affermare con sicurezza che diedi loro grandi soddisfazioni (e ne diedi molte anche a me!).


Un giorno partecipai ad una interessantissima conversazione. “Le dimensioni non contano! Un uomo può avere un aggeggio (riporto le parole della collega, ché non mi permetterei di chiamare “aggeggio” ciò che mi rende felice!) di pochi centimetri ed usarlo a regola d’arte e, allo stesso modo, essere stato ben dotato dalla natura, ma non sapere che farne.” Appena la collega finì l’illuminante dissertazione, tutte le altre donne annuirono, dicendo che è sempre preferibile la qualità alla quantità. Da novizia e dal basso della mia inesperienza mi convinsi che piccolo è bello, e continuai così le mia vita sessuale. Forte della mia nuova scoperta e godendo delle piccole gioie.


Un anno fa incontrai un uomo. Mi corteggiò in maniera garbata, e visto che non era mia intenzione resistergli, mi abbandonai con piacere alle sue attenzioni. E qui viene il bello! A distanza di anni la scoperta: ci sono dei casi in cui le dimensioni stupiscono! Naturalmente feci finta di niente, con lui. Ma giuro che ogni tanto mi capitava di guardarlo di nascosto, perché non mi era mai capitato di vedere tanta abbondanza. E, cara mia collega, mi dispiace contraddirti, lui sa benissimo cosa farne. 


Questo dimostra che generalizzare è, in entrambi i casi, sconsigliabile. Ognuno di noi è un mondo a parte, e sicuramente non saranno le dimensioni a compromettere la riuscita di un rapporto … poi io adoro il sesso orale, e la sensazione di soffocare ce l’ho in ogni caso, per fortuna. 


Le dimensioni contano, ma non bisogna mai trascurare il ruolo della fantasia!



2 commenti:

  1. Ecco...allora se avevo una minima speranza...me la sono giocata :-(
    Io ce l'ho piccolo :-(

    RispondiElimina
  2. E a fantasia come sei messo? ;-)

    RispondiElimina