Elenco blog personale

giovedì 25 settembre 2014

Il cielo in una stanza

Ho difficoltà nei confronti delle responsanilità, degli impegni importanti e duraturi. Ho paura di tutto quanto possa comprendere l'idea di "definitivo".
Ho l'abitudine di prevedere un Piano B per tutto: un eventuale guasto alla lavatrice, l'auto che non parte, la decisione di cambiare vita e cominciare da capo...
Ma da cosa sto fuggendo?

Le bugie peggiori, sono quelle che raccontiamo a noi stessi, e probabilmente, un giorno capirò di averne raccontate tante proprio a me. 
Ché forse, un po', mi piacerebbe innamorarmi, sentire di essere importante per l'uomo che ho accanto. 
Sono stanca di ripetermi che posso bastare a me stessa. Ho costruito un'armatura molto resistente, non so da che parte iniziare, per metterla da parte. 
Se scoprissi di avere ancora un cuore, ne sarei davvero scossa. Non saprei come comportarmi.

Perchè non esiste la Verità? Se ci fosse, io sarei libera di fare il contrario (come sempre), e dirmi finalmente realizzata.

In fondo, sono tanto brava a non avere aspettative, a vivere giorno per giorno, che probabilmente, riuscirei a mandare all'aria anche una relazione con il principe azzurro.

Oggi mi piacerebbe rinchiudermi in una stanza priva di soffitto viola, senza pareti, ma con alberi infiniti...





20 commenti:

  1. L'automomia è greve. Ci sono tratti del cammino in cui ne senti la pesantezza.
    Perché essa sostiene la libertà, l'arbitrio, la consapevolezza.
    Non sono mica bruscolini, eh!?
    Dalla parte opposta vite così facili e scontate che... nella cella di reclusione non puoi neppure essere stanc*, la sera, per esserti guadagnat* da vivere.
    Leggerezza insostenibile della facilità? grevità della libertà?

    RispondiElimina
  2. Grevità della libertà, senza dubbio!

    RispondiElimina
  3. Scontate si, concordo. Facili un par de palle, se mi è permesso l'ardire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse prevedibili, più che facili.
      In realtà, visto da fuori, il non riuscire a reagire, a scappare dalla cella di reclusione di cui parla UnUomo, può essere visto come un voler percorrere la strada "facile"=più semplice del turarsi il naso e andare avanti, ma ci vuole stomaco anche per fare questo.

      Elimina
    2. sarebbe facile, in ogni senso, se fossimo capaci di vivere senza preoccuparci degli altri.
      ma poichè, almeno per come la vedo io, è impossibile essere completamente liberi (o autonomi, o felici) senza causare l'infelicità o la sofferenza altrui, eccallà che tutto si trasforma in dannatamente difficile e complicato.
      Se vivi in mezzo alla gente puoi corazzarti quanto vuoi, non tutto rimbalza. E tutto quello che rimbalza, po' esse che ferisce.

      Elimina
    3. Proprio a questo serve il piano B: a sopravvivere!

      Elimina
    4. Dalla mia bibbia (La Legge di Murphy, A.Bloch) cito le due leggi di Sodd:

      Prima legge di Sodd
      Quando qualcuno cerca di raggiungere un obiettivo, sara' sempre ostacolato dall' involontario intervento di qualche altra presenza (animata o inanimata). Tuttavia, ci sono obiettivi che vengono raggiunti, in quanto la presenza che interviene cerca a sua volta di raggiungere un obiettivo ed e' naturalmente, soggetta a interferenze.

      Seconda legge di Sodd
      Prima o poi, la peggiore combinazione possibile di circostanze e' destinata a prodursi.
      Corollario: Un sistema deve essere sempre concepito in modo da resistere alla peggiore combinazione possibile di circostanze.

      Elimina
    5. Cavolo, Grisù, ma qualcosa che possa incoraggiare no?

      Elimina
  4. Con le bugie che raccontiamo a noi stessi giustifichiamo le nostre non-scelte. E anche se ne siamo intimamente consapevoli riusciamo, a volte, a crederci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ne scriverò. A volte sono così brava a fingere, che quasi ci credo pure io!

      Elimina
  5. siamo animali sociali, ergo non possiamo bastare a noi stessi. il vivere giorno per giorno (cosa giusta) non significa che non si debba ricercare qualcosa di migliore, costantemente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma ricercare qualcosa di migliore, poi, ti impone di ottenerlo e, di conseguenza, mantenerlo. Nulla è semplice.

      Elimina
    2. il sesso non è un pranzo di gala, la coppia idem, non parliamo dell'amore

      Elimina
    3. Sinceramente, io l'amore non lo prendo più in considerazione.

      Elimina
  6. Perché questi pensieri uggiosi?
    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè ogni tanto, avrei bisogno di una carezza.
      ;-* <3

      Elimina
    2. Se la vuoi la ottieni. Però chi la elargisce... vorrà poi smettere? (vedi sopra ;o)

      (perdonami, oggi sono uggioso nonostante il sole)

      Elimina
    3. Non essere uggioso, mio adorato. Tu sei come l'arcobaleno dopo la tempesta ♡
      Lo so che se la voglio la ottengo, ma non da chi la desidero, probabilmente.

      Elimina
  7. niente da fare, l'amore ci manda in pezzi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo cantavano i Joy Division ed io ne sono fermamente convinta.
      Ma un amico mi ha detto che il sesso potrebbe ricomporci ;-)

      Elimina