Elenco blog personale

lunedì 11 novembre 2013

Non è scontato!



Ieri, ho incontrato una coppia di conoscenti che non vedevo da un po’. 
Sposati da qualche mese, lui le accarezzava il pancione, lei manifestava una irrefrenabile voglia di cioccolato. 

Mi è venuto da sorridere, e ho pensato che spesso diamo tutto per scontato. Sposarsi/convivere, avere dei figli, vederli crescere, e immaginare di avere anche dei nipoti.
Ma senza andare troppo lontano, per noi è naturale svegliarci la mattina, trovare accanto il nostro compagno di viaggio, prepararci per iniziare la giornata, andare a lavoro, e tutto ciò che ne consegue. Ed alla fine della giornata, considerando successi e/o insuccessi, tornare a casa per cercare di ricevere un po’ di calore.

Diamo per scontato ogni sorriso, ogni tenerezza, ogni parola di conforto, ogni bacio. Ogni cena calda, ogni camicia stirata, o bottone staccato e riattaccato.

Ma non c’è niente di certo, nulla è dovuto. 
Tutto dovrebbe richiedere un certo impegno, dedizione, amore. Ogni cosa accade sempre per un motivo.  

Ci sono giorni in cui penso che, con un po’ di tenacia, tutto può essere in discesa.
Ho, insomma, l’impressione di potercela fare. 
In altri momenti, mi sembra di essere vittima di una cospirazione dell’universo, e che nulla potrà ridarmi il sorriso.

Sabato, un amico caro ed insostituibile, mi ha fatto riflettere su quanto, il nostro atteggiamento nei confronti di ciò che accade, possa influenzare la qualità della nostra vita.

L’instabilità mi porta a non essere lucida, molte volte. A considerare spesso piccoli torti come tragedie, e a sminuire grandi mancanze di rispetto.

Ma vorrei ricordarmi di momenti come questo, in cui il movimento del vento rende ciò che vedo dalla finestra simile a ciò che sento dentro di me.
Oggi sento di potercela fare. 



16 commenti:

  1. In questo periodo è parecchio difficile dare per scontato il proprio futuro, ma giusto per citare "Boris": dai, dai, dai!

    Buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon inizio settimana anche a te ;-)

      Elimina
  2. Un giorno ho capito che per ogni torto subito, se cerco le attenuanti, vedo uno "sviluppo" diverso della faccenda, più razionale, meno agghiacciate.
    In passato ho sfuggito, facendo io dei torti, per scoprire che alla fine i fantasmi mi seguivano, e che il vero problema non era altrove, il problema era dentro di me.
    Un giorno, se si è fortunati, si raggiunge la consapevolezza dei propri limiti, quel giorno comincia la nostra nuova vita.
    Da quel giorno, qualsiasi incidente di percorso, fa crescere più forte una coppia, se ancora esiste.
    Se non esiste, qualsiasi rapporto, comunque sarà libero da preconcetti.
    Il futuro a mio modo di vedere comunque è scritto, basta non incaponirsi nel disperato tentativo di cambiargli percorso.

    k

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito, il problema è sempre dentro di noi.

      Sono fatalista, la penso come te.

      Elimina
  3. Il bello di noi donne è che siamo mutevoli. C'è chi ci piglia per il culo pensando che sia tutta colpa degli ormoni. beh io non ci credo: ne sono davvero cosciente. la mia lunaticità varia a seconda del periodo, ed effettivamente vedo le cose più o meno solari, più o meno nere il giorno A e completamente l'opposto il giorno B. Non posos dire che tutte siamo fatte così, però può valere la pena tenere d'occhio i flusis di pensiero col calendario ;)

    Ah in Boris si diceva spesso anche: "a cazzo di cane". Non c'entra, ma a volte aiuta ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Lady.
      Diciamo che bisogna amarci proprio così come siamo :-)

      Elimina
  4. alla mia "veneranda" età ho poche certezze

    ma tra queste ho capito che non bisogna MAI dare alcunchè per scontato.

    nei rapporti di coppia, nel sesso, nel lavoro, in famiglia

    un'attenzione, una parola, un torto, uno sbaglio, una sconfitta... tutto è così dietro la porta pronto a metterti in imbarazzo, in difficoltà....

    il successo, come diceva il grande Carmelo Bene, è vivere....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco, è proprio così. Lo so che è impossibile continuare a stupirmi, ma voglio comunque provare a non mettere da parte stupore e meraviglia!

      Elimina
  5. Mi ritrovo nelle tue parole, ci sono giorni in cui nulla puo' abbattermi e altri in cui mi chiedo "ma che cavolo sto facendo"...la sensazione di illudermi su tutto...e che prima o poi tutto cio' in cui credo e per cui combatto se ne andra' come sabbia tra le mani. Per carattere, cerco di non arrendermi e mi dico sempre: fai del tuo meglio ogni volta. vada come vada...almeno non avrai rimpianti. Kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è questa instabilità che ci rende forti.
      Perché in realtà, siamo forti, Spirito Libero.
      Un abbraccio.

      Elimina
  6. Mi piace l'apologia dell'instabilità. Essa ha molteplici effetti positivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma solo quando riusciamo a trasformarla in risorsa.

      Buon lunedì :-*

      Elimina
  7. ... ci sono giorni di merda.... oggi da dopo le 13:00 no... chissà perchè...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che sia sempre come dopo le 13:00, allora! :-*

      Elimina
  8. anche io penso di farcela, a volte.
    poi arriva la suocera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah... Prova a fartela amica!

      Elimina