Elenco blog personale

lunedì 5 agosto 2013

Campagna pubblicitaria

Questa giornata è iniziata nel migliore dei modi: un acquazzone tanto violento quanto rapido ed improvviso. Mi piace stare sul balcone a guardare la pioggia, e stavolta sono rientrata in casa con vestiti e capelli completamente bagnati.
Adesso, che l’aria è un po’ rinfrescata, mi sento veramente in clima pre-autunnale. E se a ciò aggiungiamo i pensieri e le inquietudini di questi giorni, dovuti al fatto che, io lo so, non è possibile rinviare di tanto decisioni e prese di coscienza/posizione, ne viene fuori un quadro abbastanza complicato. Tanto da togliermi il sorriso, se solo fossi una che si prende sul serio. Io, invece, non ci voglio pensare. Mi piacerebbe che le cose seguissero il loro corso. Che magari si aggiustassero da sole.  

Meglio forse scrivere di ciò che mi riesce meglio: di cavolate!
Uno dei sexyshop della mia città ha utilizzato uno slogan "a tema" per la campagna pubblicitaria estiva. Qualcosa tipo “Con l’estate la temperatura sale a 69°”.
Io, questa temperatura, l’avrei fatta arrivare a 90°. (Anche perché è nota la mia predilezione per gli assoli!)



Stanotte ho sognato di partecipare a qualcosa di collettivo. Non ricordo bene di cosa si trattasse (di certo non facevo parte di un esercito di folli che sosteneva un uomo basso), ma c’era musica, e ne ho tratto una sensazione di benessere.





Buon lunedì.

10 commenti:

  1. Quanto adoro gli acquazzoni! Ma credo di averlo già detto.
    Adoro anche entrambe le gradazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io me ne starei sempre sotto la pioggia, quasi come un rito purificatore :-)

      Per quanto riguarda le gradazioni (e credo di averlo già detto anche io), nel primo caso, lo prendo più come un simpatico e stuzzicante gioco, ché se devo far sul serio, voglio che sia solo la mia lingua ad agire ;-)

      Elimina
  2. Solo una volta ho sperimentato la pura gioia. Mi aveva sorpreso un acquazzone su un monte e camminare tranquillo sotto un vero diluvio è stato un momento di pura gioia mai provata prima.
    Una mia fantasia è fare sesso sotto la pioggia in effetti.

    Quanto ai numeri...amo il 69 ma le mie donzelle non lo amano perché dicono che si deconcentrano. Si tratta di succhiare un cazzo, come scrissi tempo fa su Twitter, e non di risolvere un'equazione differenziale.
    Credo che col 69 potrei davvero venire col sesso orale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci si deconcentra, certo che no. Nel mio caso, forse, è un po' di egoismo...Mi piace così tanto prenderlo in bocca e succhiare, che quel piacere voglio tenerlo tutto per me. Secondo me hai dei preconcetti nei confronti del sesso orale che non pratichi tu! :-P

      Elimina
    2. si, forse...mi aiuteresti a superarli? ;-)

      Elimina
  3. Non ho mai capito se quando esco a correre sotto la pioggia Giordano rimane affascinato o mi prende per matta. Ma anche io adoro sentire l'acqua fresca che scorre sulla pelle. ^_^
    Faccio la voce fuori dal coro, la 69 non mi ha mai entusiasmato: se devo scegliere, preferisco concentrarmi a dare piacere o a riceverlo, senza mescolare le cose. Sono egoista nell'orgasmo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me questo è un "egoismo" positivo :-)

      Elimina
  4. 69, 90.. qui si danno i numeri.. Assoli assolati. Preautunnale!??! Ma dove minchia stai che qua ci sono 40 e passa gradi, per dio..?
    (Pubblicitaria, non si scrive con due Bi? :P)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo, abbiamo raggiunto 40 anche qui, dopo. Come su una graticola.

      Certo che si! Due, per carità! In questo post ho scritto un sacco di cose improponibili che poi ho dovuto correggere man mano. XD

      Elimina