Elenco blog personale

venerdì 5 aprile 2013

Tensione sessuale



La “tensione sessuale” che respiro a lavoro mi sembra  esagerata, come in un episodio a caso di Ally McBeal. Credevo di aver messo a tacere le intenzioni del collega, invece gli ho solo offerto materiale per continuare a fantasticare. Ieri mi dice di averci pensato su tanto (in effetti quasi tre settimane) e deciso, infine, di esaudire un desiderio espresso da me anni addietro. Premetto di non ricordare il colore degli slip che indosso, posso ricordare un desiderio espresso anni fa? Io no, lui si ( probabilmente non ricorda il compleanno della moglie, ma il mio desiderio si!). Si dice convinto a volermi dividere con un altro uomo. Solo per il mio piacere. Io, lui ed un altro. (Ma come diavolo mi sarà venuto in mente di raccontargli questa cosa? Però è possibile che l’abbia fatto. Ci penso da parecchio … ma perché dirlo a lui?). Dice di aver individuato anche il secondo uomo. Mi presenta due opzioni. Io lo lascio parlare. Ormai questa cosa mi diverte. In effetti la prima opzione mi piace. Un uomo a cui voglio bene, che conosco anche intimamente. Se non fosse il collega a propormelo, ci penserei sopra seriamente. 
La seconda opzione provoca in me ilarità. Tanta. Eccessiva. Il toy boy. Non è possibile, me lo ritrovo ovunque. Il problema del piccoletto è che chissà come mi immagina. Ormai non riesce a dissimulare il suo interesse. Nemmeno fisicamente. Soffre quasi. E mi viene un po’ da sorridere, perché penso che mi veda come una mangiauomini, una dea del sesso, ed invece io sono solo una che ama scopare. Come ce ne saranno di sicuro tante. Certo, amo anche stare in ginocchio, aprire la bocca, succhiare, ma non sono l’unica nemmeno in questo caso. La verità è che abbiamo tutti un’immaginazione fervida. La sua lo è quasi più della mia. Vorrebbe penetrarmi e farmi male. Tanto male. Per dimostrarmi che è giovane solo anagraficamente. E poi non ha vent’anni, ma ventidue! Quando mi parla così, provo tenerezza. Io a vent’anni, non ci pensavo mica al sesso. Non in questi termini. A che età ho abbracciato il modo di vivere la sessualità quasi maschile? Non lo ricordo. Ma per fortuna è accaduto.

Scrivevo della tenerezza. Me ne dimentico, a volte. Mi piacerebbe provarla più spesso. Dovrei lasciarmi andare ancora di più, non solo con il corpo. Potrei scoprirne in luoghi che non immagino, forse. Potrei sentirmi accarezzare il cuore.


16 commenti:

  1. "quell'alito di angelo che mi lecca il cuore"
    cit. Manuel Agnelli
    Buona giornata Rossa del mio cuore
    FG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio "Quello che non c'è".
      Buongiorno a te, mia Meravigliosa e Gaudente Femmina.

      Elimina
  2. Ecco...il desiderio di "fare male" ad una donna mi manca.
    L'ho sempre detto che sono un ritardato sessuale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendo il suo volermi fare male come una dimostrazione di essere maturo sessualmente, non come un modo di infliggermi dolore. Almeno credo.

      Elimina
  3. ahahah ^_^
    si credo anche io...appunto per questo ho specificato che sono un ritardato sessuale...ho fatto la maturità scolastica ma quella sessuale non credo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah forse è solo che non hai incontrato Rosse, a vent'anni.

      Elimina
    2. Ah sicuro ahahah :-)
      Sai cos'è? Che ho sempre avuto altri interessi...ovviamente mi piaceva la gnocca ma non sono mai stato uno di quelli che affascinano...o che ci provano con tutte...
      Mi piaceva andare in moto...fare il deejay...avevo altri piaceri.
      Di fatto non sono stato male anche se non ho "sfruttato" la mia potenza sessuale da ventenne.
      Il sesso ma come ogni altro piacere...se c'è bene altrimenti vivo lo stesso e non sono per nulla triste.
      Merito della masturbazione ahahah

      Elimina
    3. Ma no, Cunny!! Con tutto il rispetto e l'amore per l'arte della masturbazione, sai meglio di me che sono due cose completamente diverse. :-P

      Elimina
    4. Ah si, verissimo.
      Ma vedi...io ho avuto la fortuna in tempi tutto sommato recenti, di avere AA che mi hanno davvero dato qualcosa che nemmeno immaginavo e quando provi certe cose non ti accontenti più.
      Quindi che fare? Scopare in giro senza molto entusiasmo giusto per aggiungere un nuovo trofeo oppure dedicarsi alla masturbazione, se proprio ci si deve sfogare, attendendo un nuovo dono dalla Dea Afrodite? ;-)

      Elimina
    5. Senza entusiasmo mai! Hai ragione.

      Elimina
    6. Sono d'accordo con Cunni. Solo con molte meno speranze, ecco.

      Elimina
    7. Perchè con meno speranze? Bisogna mantenere un animo predisposto all'imprevisto, alle sorprese. L'inimmaginabile è più reale del quotidiano, a volte. Buongiorno, Vipero! :-)

      Elimina
  4. http://www.youtube.com/watch?v=2q2_uKrxdf0

    prova un po' di tenerezza, versione dai Commitments

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo genere di doni mi fa luccicare gli occhi. Grazie Vipero :-*

      Elimina
  5. Mettere insieme tutto, stima, affetto, passione, lussuria, tenerezza, interessi...
    Uff, non è affatto facile 'sto eros.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è facile, ma quante soddisfazioni!!

      Elimina