Elenco blog personale

martedì 11 giugno 2013

Pensieri e siparietti pomeridiani

"Sai invece quando veramente ho provato una stretta al cuore?
Quando hai descritto te stessa per eliminare qualsiasi dubbio e, chissà perchè, ti sei riassunta in una sola frase, oltretutto tra parentesi ("piuttosto alta, capelli lunghi, ricci e ribelli, occhiali…").
Se davvero è così, se ti senti tra parentesi, permettimi allora di infilarmici dentro, e che tutto il mondo ne rimanga fuori, che sia solo l’esponente al di fuori della parentesi e ci moltiplichi al suo interno."

David Grossman - Che tu sia per me il coltello



Ho riletto queste parole, ieri, e ho pensato a tutte le volte in cui mi sono sentita tra parentesi. Desiderando qualcuno che vi si infilasse dentro, insieme a me. In una sorta di dimensione parallela. Non sono sicura di essere pronta a contrattare sulla mia libertà, soprattutto di testa, e credo che in realtà non ce ne sia bisogno. All'interno di due parentesi può starci di tutto.





Basta introspezione. Ieri, a lavoro, è venuto un quasi-settantenne, di quelli che credono di essere spiritosi, che negli anni mi ha fatto dono di battute pessime e improponibili. Ieri, dicevo, mi informa di essere in compagnia di sua moglie, e che sarà, per questo, "meno spiritoso" (La cosa mi ha toccato quanto sapere che la Pellegrini e l'ultimo fidanzato nuotatore stanno attraversando un periodo di crisi. Cioè ZERO).
Purtroppo l'uomo non mantiene la promessa. Tornato, insieme alla moglie, mi offre l'ennesima perla di saggezza. A quel punto chiedo alla moglie quanta pazienza ci voglia per stare con un uomo così. La moglie (corpulenta ultrasessantenne con t-shirt rosa shocking con paillette e glitter che illuminano la scritta "Sembravi meglio su facebook") confessa di sopportarlo da quarantadue anni, e che in effetti non ne può più. Il marito, dispiaciuto per l'affermazione della moglie, risponde subito che anni fa lei sposò un fiore, un garofano, per l'esattezza. Poi è normale che il tempo faccia il suo corso. La moglie conclude dicendo che è vero, il tempo ha fatto il suo corso. 
Ha trasformato il garofano in un crisantemo. 

Tra moglie e marito...





12 commenti:

  1. Risposte
    1. Ma oggi perché?
      Non ci sono foto :-P

      Elimina
    2. ci sono situazioni però. e io mi sto incrisantesimando in fretta, non ci arrivo a 70...

      Elimina
    3. Te lo scrivo oggi e varrà per sempre. Tu sei un giovane uomo che magari vive un periodo stasi, ma comunque un meraviglioso giovane uomo. Quindi basta storie! Solo baci :-* :-*

      Elimina
  2. Risposte
    1. Vipero, il tuo cuore è un vulcano!

      Elimina
  3. sei in fase distacco?
    Been

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco fasi di distacco, Been ;-)

      Elimina
  4. Credo che arrivati ad un certo punto più che un garofano realizzi di aver sposato un carciofo.
    È incredibile come molte donne dopo il matrimonio si "incessiscano"...e i mariti fanno pure di peggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah...sante parole, The Fool.
      Da far paura. Da meritare l'annullamento del matrimonio. :-P

      Elimina
    2. Poi arrivano ad una certa età in cui le donne iniziano di nuovo a truccarsi e vestirsi in modo sexy...peccato abbiano superato i 60 anni.
      E i loro mariti, invece, imperterriti:
      camicia maniche corte a quadretti, pantalone di una tuta in acetato blu con bande bianche, mocassino marrone (in estate un bel pantalone corto caki, calzino corto nero ed il mocassino beige)

      Elimina
    3. Ahahahahah...un quadretto assai corrispondente alla realtà!

      Elimina