Elenco blog personale

giovedì 11 luglio 2013

Nuvola rossa



Sono stata dal parrucchiere. Ci vado solo per ravvivare il rosso, non spessissimo, ed ogni volta sono stupita da impacchioliimascheretrattamentinutritivi che esistono e che, sistematicamente, vengono proposti per “ridare vita ai capelli sciupati”. Stavolta non sono riuscita ad evitare un impacco nutriente con estratti di qualcosa che non ricordo. Tra colore nuovo e morbidezza acquisita, adesso il testa non ho capelli, ma una soffice nuvola rossa che ondeggia su di me!

Forte del mio nuovo rosso e del suo presunto buonumore (mi ha perfino reso partecipe della sua giornata),  gli ho chiesto di seguirmi in un’altra stanza, e mi ha assecondato. A volte mi prende questo desiderio improvviso, una voglia da soddisfare subito, in maniera non delicata e piuttosto veloce. 
Non ci sono stati preliminari, ché a volte mi annoiano. Non ho aspettato nemmeno che fosse lui a svestirmi. Ho lasciato addosso solo il reggiseno. Perché i colori estivi mi mettono allegria e mi rendono ancora più frizzante. 
Abbiamo iniziato a baciarci avidamente. Io sopra di lui, ad occuparmi minuziosamente del suo collo, della sua bocca, assecondando le sue attenzioni nei miei confronti, il suo modo deciso di afferrarmi per il culo. Ma credo che abbia capito subito ciò che desideravo davvero. Infatti, dopo poco, mi sono ritrovata distesa, con le sue mani tra le cosce, la bocca piena di lui. Mi piace questa sensazione di non poter sfuggire, di essere obbligata in una posizione. È stato lui a decidere i movimenti della mia testa. A dirmi se e quando leccare o succhiare, è stato lui a fermare i miei movimenti (sul più bello) per venire su di me. Sul viso, sui seni. A me piace così, mi piace sentire addosso il calore. 

Mi piacerebbe fare anche la doccia insieme, ma a lui no. 
Ancora un po’ bagnata, con il telo avvolto addosso, l’ho trovato disteso sul letto. L’erezione era ancora visibile. Non ho potuto fare a meno di prenderlo di nuovo in bocca, per il piacere di sentirlo ancora, per baciarlo, leccarlo, accarezzarlo con la lingua. A lungo. Come se fossero delle interminabili coccole. Avvolto con le labbra, solleticato, e poi ancora baciato. Nessuno dei due aveva intenzione di fermare questo idillio, che ho portato ancora avanti fino a quando la telefonata che aspettava è arrivata … Ubi maior, minor cessat.


29 commenti:

  1. Ma parli del parrucchiere? Però...mica male eh... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace deluderti, ma non parlo del parrucchiere :-P

      Elimina
  2. Risposte
    1. (Cazzo era vocativo. Parlavo con lui come ad un amico con cui ,che ne so, si guarda una partita. Anche se non guardo le partite. Però sì dai.. hai capito.)

      Elimina
    2. Si, ho capito e condivido la conclusione. Sono soddisfazioni per il cazzo, per chi lo possiede e per chi ne gode in comodato d'uso ;-)

      Per me "e vissero tutti felici e contenti" si riferisce a questo!

      Elimina
    3. Evviva! Una favola del cazzo! Persino Walter "Texas Rangers" Disney si tirerebbe una sega! :)

      Elimina
    4. E qui non è un'esclamazione, ma una favola che parla del sesso maschile, giusto? :-P

      Elimina
  3. La doccia insieme.
    Bello bello.
    Anche troppo visto che la portatrice_di_vagina che ho omaggiato e mi ha omaggiato di questa attenzione le è venuto un attacco di un po' di patellite piccicosa che mi ha fatto tenere poi a debita distanza.

    Se è lo stesso di quello dellàultima volta che non ti aveva soddisfatta, qui pare che sia andata assai meglio.
    'mazza che birboni che siete! :)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è quello. Ho sentimenti contrastanti nei confronti di quell'uomo, un giorno ne scriverò.

      UnUomo, leggerti (anche a casa tua) è sempre un piacere!
      :-)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ma non una doccia con l'intento di provvedere all'igiene...una doccia che significa "corpi nudi che si strofinano/toccano/muovono insieme" sotto l'acqua. Ecco.
      Cioè, io ho costantemente voglia di un contatto fisico. :-\

      Elimina
    2. avevo capito.

      non mi piace

      Elimina
    3. Ok, ok. Vuol dire che non ti chiederò mai di fare la doccia insieme, dopo. Uff :-P
      :-D

      Elimina
  5. Per un attimo anch'io ho pensato che stessi parlando del parrucchiere e stavo iniziando ad incavolarmi che io non ho mai ricevuto un trattamento così completo, poi mi sono ricordata che io vado da una donna :P


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti, la prossima volta che andrò dal parrucchiere, ci penserò! :-D

      Elimina
  6. Ma che razza di telefonata vale piu' di una Rossa?
    Ma che il mondo va alla rovescia? :D

    Ciao diavoletta mia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah...ho assistito a telefonate incredibili, in contesti simili. E a volte non mi sono nemmeno fermata ;-)

      Bacio <3

      Elimina
    2. Il potere che avete voi donne ... anzi ... che tu hai tu non sai immaginare.

      Elimina
    3. Finnicella ha poteri magici, conosce le formule, gli incantesimi.
      Io no.
      Ho solo qualche sogno che faccio finta di aver abbandonato e tanta voglia di stupirmi ancora.

      Elimina
    4. Stupenda creatura ...

      Ti prego, un giorno permettimi di dirti cosa vuol dire per un uomo avere prove, perfino meschine, di aacendenza su di una donna come te.

      Elimina
    5. Sei sempre troppo buono con me. :-)
      Una "donna come me", così mutevole, poco affidabile, non ha nulla di speciale.
      Tu, invece, si. Ed è importante che lo sappia <3

      Elimina
  7. "Ancora un po’ bagnata, con il telo avvolto addosso, l’ho trovato disteso sul letto."
    "M'avvicino, un passo lento, molto lento, alla volta."

    groove in G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi spunti musicali mi piacciono sempre molto! :-D (con o senza telo)

      Elimina