Elenco blog personale

martedì 12 marzo 2013

L'ispirazione



Questo pomeriggio ho ricevuto due telefonate. Entrambe molto piacevoli. Una la tengo per me, perché ha toccato corde molto intime. L’altra proviene da Mister XXL, che come sempre mi stravolge la giornata. Mi fa accelerare il battito cardiaco. Centellinare attenzioni con me funziona, evidentemente.

Gli racconto un po’ di me, di queste giornate appena trascorse. Ridiamo, tanto. Starei ad ascoltare i suoi racconti per ore. Mi fa sentire parte della sua quotidianità, anche se per poco. In realtà desidero tantissimo che mi chieda di raggiungerlo. Poi, non so neanche perché, gli racconto del blog. Di quanto parli di lui. Mi chiede di leggerlo, ma non voglio. Tante considerazioni  sono solo mie, e non so se voglio che ne venga a conoscenza.  Ma non è intenzionato a desistere. Io lo so che non conosce rifiuti. Mi propone una sorta di patto: scriviamo insieme un post, e poi sarò io a decidere se permettergli di leggere o meno il blog.  Dice che vuole ispirarmi, e vuole che io scriva insieme a lui ciò che è in grado di suscitare in me, quello che riesce a tirarmi fuori. Io lo so già come andrà a finire. Scoperemo meravigliosamente, e io mi sentirò stordita per un po’. Però una promessa è una promessa. Poi lo scriveremo insieme. Lo sa che dentro sono un po’ troia, ma solo quando voglio e se voglio. Aggiungo che lo sono solo con chi voglio. E con lui voglio esserlo. Profondamente. E lo sarò sempre. Senza riserve.
Ci  scambiamo fantasie, desideri, voglie, e tante intenzioni. Anche il proposito di partire insieme, prima o poi.  Adesso vorrebbe essere dentro di me. Anche io lo vorrei dentro. Ma il tempo … Maledizione al tempo!
 
Ho ancora in circolo l’adrenalina che mi trasmette. Aspetterò con un incredibile desiderio che mi riservi le attenzioni che ha promesso.  E che vuole condividere con voi.


16 commenti:

  1. Fantastico!
    Credo ogni uomo vorrebbe suscitare per una donna quello che Mr. XXL suscita in te ma non so quanto spesso possa accadere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che accada spesso, in realtà. Si tratta di affinità, istinto, emozioni.

      Elimina
  2. In tutta franchezza, LaRossa.
    Se vuoi mantenere la libertà di confidarti, di scrivere liberamente in un tuo diario in linea, è bene che NESSUNA delle persone che conosci ne sia a conoscenza.
    Perché nel momento in cui ci sarà qualcun* che ti legge, ci sarà sicuramente un giorno in cui ti autocensurerai, perché quello che vorresti condividere della tua anima, sinceramente, potrebbe disturbare quella conoscenza, farti avere delle conseguenze.
    Sai quanti casi così ho conosciuto in otto anni di diariosfera? Alla fine il tuo bello scarraffone morirà, perché nel momento in cui avrai feso, rotto, il globo protettivo dell'anonimità piano piano non ti sentirai più libera. Non sarà più un diario ma una tua vetrina ufficiale. E nelle vetrine ufficiali certe cose proprio non si mettono, considerati gli squali, la meschinità e altra merce "preziosa" che abbonda in questo mondo.

    Ho resistito - fortunatamente!! - 1000 volte all'idea di far sapere che ho un diario in linea come UUiC. Ora ho sviluppato una buon sistema immunitario a queste tentazioni.
    Qui poi ti metti a nudo, condividi emozioni e atti che non sono proprio esattamente ben accetti da questa società di piccole menti scadenti, false, invidiose ed ipocrite.

    Negli anni, prima nel diario della ex-coppia, poi nel mio personale, solo la mia ex (A-Woman) e un mio amico carissimo _zzz che conosce già tutto sanno del mio diario.
    A parte alcun* altr* diarist* con la quale c'è un patto di mutua complicità, una sorta di comunanza, anch'ess* coinvolti in certe scapigliature.

    Il criterio quiindi è: tutto ciò che scrivo qui dentro ora e in futuro lo posso dire a voce a Mister XXL in serenità, complicità e sostegno (anche critica costruttiva quando ci vuole)? Se è un sì pieno e deciso, allora egli benvenga non solo alla conoscenza ma anche alla compilazione di questo tuo diario. Se hai anche un solo dubbio, un solo cruccio, evita. Sarebbe la fine della tua libertà garantita dall'anonimato. Che in un diario è tutto.

    Poiché ritengo che sia un contributo utile alla comunità della diarosfera, l'ho scritto qui invece che privatamente.
    Buongiorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi dovrei seguire la mia prima rezione, o al massimo valutare se la complicità che c'è tra me e lui è tale da poter rendere questa condivisione una sorta di gioco che possa rendere ancora più frizzanti i nostri incontri... Ci penserò. Grazie. I tuoi suggerimenti sono sempre preziosi.

      Elimina
    2. Supponi ad esempio di avere un'avventura con un'altra persona.
      Ad esempio con un uomo. O un'esperienza forte, ad esempio orgiastica.
      Senza Mister XXL.
      Quale sarebbe la reazione se tu ti confidassi con lui?
      Ecco, su quella basati.
      Se non puoi conoscerla, puoi sperimentare.
      Digli che martedì sera uscirai (o vorresti uscire, questa forma è più soft) con due amici che ti vorrebbero mettere al centro delle loro attenzioni. Oh, butto lì una cosa. Oppure con un master con cui vorresti provare qualcosa di forte. Insomma, qualcosa del genere. Osserva le reazioni.

      Elimina
    3. Premesso che non sono la sua donna, che agisco secondo la mia volontà, e che non gli ho mai chiesto nulla a proposito delle donne che sicuramente frequenta al di fuori dei nostri incontri, ieri abbiamo parlato proprio di questo. Ha manifestato la volontà di condividermi, scambiarmi, e già l'idea mi riempie di adrenalina. Se gli raccontassi un'esperienza forte, credo che lui si dispiacerebbe solo di non averla condivisa fisicamente, ma non altro. Sicuramente piacerebbe sperimentare anche a lui.

      Elimina
    4. Ma la prova del nove è se egli rispetti la tua libertà fino in fondo.
      Facevo alcuni esempi nei quali tu gli dovresti prospettare di esperienze in cui egli è assente. Diciamo una sorta di catalisi emotiva simulata per osservazione degli esiti.
      Insomma, se in questi casi è tuo complice, ha comprensione e anche meglio sostegno, se ti è di sprone, allora è veramente un tuo compagno di anima, gli puoi disvelare il diario.
      Se invece temi che possa o rompere il segreto o divulgare l'identita di colei che scrive certe cose, se non gradisce certi aspetti, etc. sarei prudente.

      Elimina
    5. Non divulgherebbe mai l'identità. Oltre che complice, è molto discreto. Comunque ci penserò molto, prima.

      Elimina
  3. Tutto sommato anch'io sarei per rimanere nell'anonimato parziale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo valuterò seriamente. Grazie ;-)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Femmina, se anche tu voti per l'anonimato, penso che abbia già in mano tutto ciò che serve per prendere la mia decisione!!

      Elimina
  5. A proposito di anonimato come pratica efficace per tutelare la libertà di espressione nel proprio diario.
    Proprio oggi un nuovo caso...

    RispondiElimina
  6. Ho capito bene cosa volevi dire, e questa è un'ulteriore conferma. L'anonimato va incoraggiato e difeso.

    RispondiElimina