Elenco blog personale

martedì 12 marzo 2013

Risveglio



Io non mi piaccio. Perché sono remissiva, testarda, permalosa. Rifuggo i grandi cambiamenti, rimando le decisioni importanti perché ho paura di ciò che non riesco a tenere sotto controllo. Mi impongo regole che quotidianamente infrango, tanto per il piacere di perdonarmi, di essere clemente, mia complice. Un tempo giurai che mai più mi sarei tradita. Ma essere fedeli a se stessi è impegnativo, e a volte sono pigra. 

Nick Cave stamattina  è delicato in maniera distratta. Come se fosse tenero suo malgrado. A questo penso  mentre faccio la doccia e lo ascolto. Sarà il contrasto tra il suo sguardo e la sua capigliatura scura, sarà quella voce che mi graffia l’anima, sarà che mi sono svegliata così. E non basteranno né l’acqua, né il bagnoschiuma che profuma di lavanda, a lavare via questa mia sensazione di disagio, di inadeguatezza nei confronti di qualcosa che non conosco ancora. 

E mentre mi trovo ricoperta di schiuma, vedo i miei capezzoli, sempre turgidi, che sembravo mantenere costantemente il controllo della situazione. Mi viene spesso voglia di sentirli sotto le mani, attraverso il tessuti, leggeri o ruvidi. Non indietreggiano mai, non si fanno intimorire. Mister XXL mi dice che sono il segno del mio continuo stato di eccitazione. E forse è vero. Ho dentro una tensione che mi tiene sempre agitata, inquieta. Eccitata. Nel senso più ampio del termine.


8 commenti:

  1. sai infrangere le regole non sempre è cosi disastroso..
    a volte è necessario..a volte è solo voglia di un brivido nuovo e poi è sempre nmecesario darsele cosi stringenti??
    bella l'immagine che hai dato..dei capezzoli tra le dita insaponate...mentre l'acqua scorre su di essi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace infrangere le regole ;-)

      Elimina
  2. Fortuna che io non sono sempre eccitato altrimenti non riuscirei a fare pipì :-(

    RispondiElimina
  3. Tradirsi con rispesto non è poi cosi male. Tradire se stessi non è per niente male.
    FG


    Sai che la fortuna
    è una religione
    tu ci credi oppure no?
    lo capiremo prima o poi
    che non c'è modo di rinascere
    senza peccare
    ma tu hai voglia di rinascere
    o è solo che non sai come finire?

    beh, forse fa un po' male
    forse fa un po' male
    ma tutto fa un po' male
    tutto fa
    tutto fa un po' male . . .

    quello che sognavi ti fa ridere
    da quando sai che non lo puoi più avere
    ma l'odio è un carburante nobile
    e hai scoperto che non è così male
    tradirsi con rispetto
    perchè vivere è reale
    ma vivere così
    non somiglia a morire?

    e forse fa un po' male
    forse fa un po' male
    ma tutto fa un po' male
    tutto fa
    tutto fa un po' male . . .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "non c'è modo di rinascere senza peccare"... Li amo!

      Elimina
  4. Essere fedeli a se stessi...Se con questo intendi riconoscere se stessi, la propria natura e cercare di vivere conformemente ad essa, va bene. E' un po' il...divieni ciò che sei..
    Del resto, porsi delle regole è necessario, dovendo vivere in mezzo agli altri. Ma queste non possono inibire o frustrare ciò che siamo. Alla lunga non funziona. E, poi, è stupendo infrangere le regole ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essere fedele a me stessa significa non dovermi censurare, seguire al meglio le mie inclinazioni, non dover cambiare per compiacere gli altri. Dentro sono anarchica, senza padrone. Per questo sono propensa a darmi delle regole. Proprio per il piacere di infrangerle.

      Elimina