Elenco blog personale

martedì 14 maggio 2013

Figli e Rock & Roll



Oltre che per sorridere, sono pagata per districare le situazioni ingarbugliate. A me le rogne, le lamentele, ma anche il privilegio di intrattenermi in conversazioni assai piacevoli. Ieri una coppia di giovani genitori è stata costretta dal figlio di 8 anni a venirmi a trovare a lavoro. Non ci vedevamo da un mese, e in questo tempo è accaduta una cosa importante, per lui: lo zio gli ha regalato una chitarra elettrica. Il piccolo ha imparato a suonare un pezzo, si è fatto riprendere all’opera dai genitori, e ieri è venuto a mostrarmi il video. Dalle prime note ho riconosciuto una stentata Sweet child o’mine, e nonostante l’abbia ascoltata centinaia di volte (fa parte della musica della mia vita), non mi era mai sembrata tanto bella! Lui, emozionato, con gli occhi lucidi e luminosi come due stelle, si è stupito che abbia riconosciuto subito il pezzo, e mi ha abbracciata forte. I genitori mi hanno raccontato che sperava tanto di incontrarmi, e che parla spesso di me, come se fossi una sua amichetta, la sindrome di Peter Pan si fa strada in me. 

Ieri, per una frazione di secondo, ho desiderato che quello fosse mio figlio. So di parlare con scarsa cognizione di causa, dato che mai come adesso sono stata felice di non avere figli. So anche che bisogna assecondare le loro inclinazioni, e se avessi un figlio sportivo, io che per pigrizia supero il bradipo? Questo mio “non figlio” è fortunato, avrebbe avuto una madre rompiscatole, coetanea per modo di pensare, che l’avrebbe costretto a diventare musicista, o artista in genere. Una madre che forse avrebbe preteso molto da lui, tutto in cambio di solo un po’d’amore. Nonostante, in certi momenti, mi senta un po’ incerta e nonostante il tenere tra le braccia i miei nipoti mi riempia il cuore di una felicità quasi inarrivabile, non riesco più a desiderare di mettere al mondo un bambino. Non so se è una delle mie imposizioni. Forse è paura di dover rinunciare alla mia libertà, forse timore di trovare (finalmente) qualcuno da amare in maniera incondizionata.

Photo Tumblr

30 commenti:

  1. Io da qualche mese mi sono preso cura di un gatto e non oso immaginare cosa possa voler dire avere dei figli...almeno per me.
    Nel mio caso è proprio il "timore" di dover rinunciare alla mia libertà.
    Poi ci sono genitori che riescono ad essere bravi genitori e anche a godersi la propria vita ma io non sono bravo come loro.

    Poi sai cosa? Credo si debbano introdurre cambiamenti nella propria vita quando questa che stiamo vivendo non ci piace o la riteniamo incompleta.
    A me la vita che faccio piace sai? E pure tanto.
    Già l'arrivo del micio me l'ha condizionata...figurati avere un pargolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per adesso anche a me va bene così.
      Non credo di essere tanto affidabile...

      Elimina
    2. Magari si rischia di passare per egoisti (non che mi tocchi più di tanto il pensiero della gente eh...) ma si, io sto bene da solo.
      Mi sono dovuto prendere cura del micio che qualche idiota ha abbandonato a casa mia ma, nonostante ami gli animali, ne avrei fatto volentieri a meno.

      Elimina
    3. Neanche a me tocca il pensiero degli altri. Scelta mia, me la vedo con me stessa.

      Elimina
  2. Io mi astengo, che sono "mammo" fino al midollo, e odio l'umanizzazione degli animali.
    (niente di eprsonale eh, è che ho visto un ristorante per cani in America e quei poveretti vestiti a festa per andare a cena fuori... ma sbranateli 'sti padroni, altrochè)

    RispondiElimina
  3. Anche io contraria all'umanizzazione degli animali. Non sarei affidabile neanche con loro, comunque.

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Dolce Grisù, è uno dei miei film preferiti, quelli sarebbero tutti figli miei!!

      Elimina
  5. certo qualche lato negativo c'è. la colonna sonora casalinga per esempio...

    ritornellotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah
      Mai visto Spongebob, ma conosco Manny l'aggiustatutto e Peppa Pig! ;-)

      Elimina
    2. Già dato con quelli, adesso la playlist è:
      - Spongebob;
      - Timmy Turner (Due fantagenitori);
      - uno strano tizio mostriciattolo con un cane trasformista;
      - scooby-doo
      (per non parlare di tutti i dvd a partire da Saetta McQueen, Shrek, l'Era Glaciale fino a Madagascar3 - ma questi li adoro pure io).

      Invece i miei vecchi Jeeg, Mazinga, Goldrake e Capitan Harlock non piacciono.

      Elimina
  6. a me poi manca tantissimo Gundam.
    Gundam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monsters & co tra i miei preferiti!
      Io amavo l'incantevole Creamy e la Stella della Senna.

      Elimina
  7. toh. la canzone preferita dai miei ragazzi, in macchina non può mancare mai:

    keik in de speis

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anni addietro andai a vederlo. Bambini dai 3 ai 12 anni che cantavano e ballano come scalmanati questa canzone!

      Elimina
  8. Cercando qualcosa per la pausa dolcezza, mi sono imbattuto in questo
    sempre là

    qualche brivido per i primi 2.40, poi estasi.

    RispondiElimina
  9. Rossa ip nacqui mamma. Nel senso che ero mamma da subito. I miei figli sono imperfetti tanto quanto lo sono la sua mamma papà . Il maggiore ha piu Piercing e buchi di un cola pasta il piu piccolo blatera e replica agli adulti "
    Siate consapevoli delle
    Vostre
    Azioni"
    Nessuno
    Suona nessuno canta vanno benocchio a scuola
    Cpn alti e
    Bassi ma hanno aggiunto liberta non sottratto. Forse
    Limitato i gesti ma
    Liberato l'amore. Uno l'ho anche partorito
    L'altro l'ho preso
    Che aveva 4 anni. Nessuna differenza biologica a quanto pare.
    I
    Cani figli anch'essi
    Fanno quello
    Che gli pare
    Amandomi
    Incondizionatamente. Se puoi e
    Vuoi figlia
    Pure ne
    Gioca anche la
    Patata.
    Se
    No
    Astieniti che tanto già ne siamo troppi .
    FG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciò che hai scritto è molto bello. Oggi per me è una di quelle giornate un po' nostalgiche. Forse, quando ti ritrovi con un bambino da amare, tutti questi miei stupidi ragionamenti svaniscono nel nulla. La seconda volta che qualcosa mi commuove, oggi.
      Un forte abbraccio
      (ma davvero tuo figlio dice "siate consapevoli delle vostre azioni"? Fantastico!!)

      Elimina
  10. Mio figlio, quello più piccino, è davvero bizzarro.
    FG

    Ps. chiedo scusa per la qualità dello scritto sopra ma ero in macchina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualità eccellente, mia amata Femmina.

      Elimina
  11. uuuh che polpettone avevo scritto! no no, lassamo perde.
    dicevamo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché dobbiamo lasciar perdere??
      Qui si possono esprimere tutti i pensieri!
      Dai Vipero :-*

      Elimina
    2. Riassumendo, ha ragione FG: non ti tolgono nulla, anzi semmai aggiungono (cacca a quintali, principalmente ;o)

      A mio modesto parere poi, non è roba che fai pensandoci. Io per dire manco un mutuo ho il coraggio di accendere, però ho due figli.
      Pensi a chissà quale preparazione tu debba avere, e invece è tutta roba d'istinto e bagaglio genetico.
      Se non la massacriamo troppo, la natura è con noi.
      Sappiamo già cosa fare, la conoscenza si attiva al momento giusto.

      p.s. immancabilmente i figli degli altri, almeno all'apparenza, sono più buoni dei nostri.
      Che avremo fatto di male per averli così?
      Dove ho sbagliato?
      bla bla bla...

      Elimina
    3. Credo che uno dei segreti sia farli senza pensarci su tanto. Quasi sicuramente.

      Elimina
  12. Delle mie due..."iene" sono felice, e a volte penso siano la cosa più bella che ho fatto nella mia vita. E' bello aiutarle a crescere e crescere con loro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non è un caso che io non riesca a dire di aver fatto almeno una cosa bella/buona nella vita...

      Elimina